segunda-feira, 31 de agosto de 2015

premier league

Resultado de imagem para flag england

Report: Tottenham Hotspur to bid for West Ham United midfielder Cheikhou Kouyate

Resultado de imagem para flag englandResultado de imagem para PREMIER LEAGue

Tottenham Hotspur are reportedly considering a late move for West Ham United midfielder Cheikhou Kouyate.
The 25-year-old, who joined the Hammers from Belgian giants Anderlecht in June 2014, has made 37 appearances for the club, scoring six goals.
According to The Sun, the Senegalese international is a target for Spurs, who are also interested in Southampton's Victor Wanyama and West Bromwich Albion striker Saido Berahino.
Kouyate has made 17 appearances for Senegal.

Manchester City defender Jason Denayer joins Galatasaray on loan

Manchester City defender Jason Denayer has joinedGalatasaray on a season-long loan.
The 20-year-old Belgian spent the entirety of last term on loan at Celtic, where he was named as Scotland's Young Player of the Year for 2014-15.
Denayer's deal was confirmed by the official Man City website, highlighting the fact that the centre-back will be able to play for a club in the Champions League.
Denayer signed a new five-year contract at the Etihad Stadium in July.

Chelsea forward Lucas Piazon confirms Reading loan switch

Championship outfit Reading have confirmed the acquisition of Chelsea forward Lucas Piazon on a season-long loan.
The 21-year-old arrived at Stamford Bridge from Sao Paulo in 2012, spending a majority of his time on the Blues' books as a loanee at Malaga, Vitesse and Eintracht Frankfurt.
Royals manager Steve Clarke told the club's official website: "Lucas is a very talented attacking player who can create chances and score goals.
"When we spoke I was impressed by both his maturity and desire to prove himself in English football aft


Resultado de imagem para flag usa  Resultado de imagem para LOGO SOCCER USA

Reports: High-powered lawyer presses NASL demands

Sports attorney Jeffrey Kessler, who represented MLS players in the 1996 lawsuit against MLS, its owners and U.S. Soccer, is sticking his legal thorn into U.S. Soccer again. The Financial Times and New York Daily News reported that Kessler is representing the NASL and demanding that U.S. Soccer reconsider proposed changes to its Division I standards that he says are "anti-competitive."

Both publications cited a 13-page letter sent by Kessler July 23 to U.S. Soccer president Sunil Gulatiand secretary general Daniel Flynn.

They said the proposed changes in Division I standards the NASL via Kessler objects to are:

-- 16 teams must play in the pro league, up from 12 (14 by Year 3);
-- 75 percent of the teams must of them based in cities with more than 2 million people, up from more than 1 million.

U.S. Soccer: 2014 Professional League Standards

Both reports cited Kessler's claim the proposed changes were intended to benefit Division I MLS (which has 20 teams and plans to add teams in Atlanta in 2017, as well teams in Los Angeles, Minnesota and Miami) at the expense of the Division 2 NASL (which has 11 teams and two more planned to start in 2016 and would like to obtain Division I standing).

“Doubling the population criteria now is an anticompetitive bait and switch," Kessler wrote, "with the purpose of entrenching MLS’s monopoly position at the very time when the NASL is threatening to become a serious competitor."

In 1996, Kessler represented eight players who sued MLS, its owners and U.S. Soccer in Fraser v. MLS (Fraser was Canadian Iain Fraser) file in Federal district court, attacking MLS's single-entity system on antitrust grounds.

MLS won in district court and the verdict was upheld on appeal. The decision did not affirm or deny that MLS was a single-entity but rather ruled MLS could not as a matter of fact dominate the market for players since it was a global argument.

U.S. Soccer's authority to regulate professional soccer -- specifically sanction international matches -- was the subject of another suit, ChampionsWorld LLC v. United States Soccer Federation, involving the bankrupt ChampionsWorld that operated an international series of matches in the United States. U.S. Soccer and MLS won by summary judgment, and the case was settled after an appeal was filed.

Kessler, who is currently New England Patriots quarterback Tom Brady's lawyer in Deflategate, has ties in soccer going back to the old NASL, which he successfully represented against the NFL in its suit to have the NFL's cross-ownership ban lifted.

USL: OKC's Koenig ties league scoring record

OKC Energy FC moved into first place and became the first Western Conference team to earn a berth in the playoffs with a 2-0 win over the Austin Aztex before a sellout crowd of more than 6,000 fans on at Taft Stadium. Striker Danni Koenig matched a USL record with his 20th goal of the season late in the game.

The goal moved the 28-year-old Dane even with Kevin Molino's mark set in 2014 for Orlando City. OKC  still has four games remaining.

“We haven’t talked about the record," said Koenig. "Some guys said congrats now, but I want to enjoy the record after the season. When the season’s over, I’ll be glad to say I’m happy about it, but right now I’m focusing on the team.”

USL Standings:
Rochester 53 Louisville City FC 45 NY Red Bulls II 39 Charleston 39 Richmond 36 Pittsburgh 35 // Harrisburg 34 Charlotte 33 Saint Louis FC 26 FC Montreal 25 Toronto FC II 19 Wilmington 16.

OKC Energy FC 43 LA Galaxy II 42 Colorado Springs 39 Orange County 39 Sounders FC 39 Sacramento 38 // Tulsa 36 Timbers 2 32 Arizona United 31 Whitecaps FC 29 Austin 27 Real Monarchs SLC 20.

Pittsburgh midfielder Rob Vincent converted a penalty kick for his 18th goal in the Riverhounds' 1-0 road victory over Louisville City FC before 8,414 fans at Slugger Field. Vincent’s totals of 18 goals and five assists are the same as those of Louisville City FC’s Matt Fondy.
-- Rochester goalkeeper Brandon Miller picked up his 11th shutout this season with a 2-0 win against Saint Louis FC. It tied the USL record shared by Kristian Nicht (2012) and Miguel Gallardo (2011).

USL Week 24, Results:
Wednesday, August 26
Charlotte 1, FC Montreal 0
Real Monarchs SLC 2, Colorado Springs 1
Friday, August 28
Real Monarchs SLC 2, Sounders FC 2 1
Saturday, August 29
NY Red Bulls II 2, Wilmington 0
Harrisburg 6, FC Montreal 0
Charleston 2, Richmond 0
Pittsburgh 1, Louisville City 0
OKC Energy FC 2, Austin Aztex 0
Orange County Timbers 2 1
Arizona United 2, LA Galaxy II 1
Sacramento 3 Tulsa 1
Sunday, August 30
Charlotte 2, Toronto FC II 2
Rochester  2, Saint Louis FC

USL Week 25, Schedule:
Wednesday, September 2
Louisville City vs. Harrisburg, 7:30 p.m. ET
Real Monarchs SLC vs. OKC Energy FC, 9 p.m. ET
Thursday, September 3
Wilmington vs. Charlotte, 7 p.m. ET
Saturday, September 5
Toronto FC II vs. FC Montreal, 3 p.m. ET
Timbers 2 vs. Colorado Springs, 6 p.m. ET
Charlotte vs. Wilmington, 7 p.m. ET
Richmond vs. Rochester, 7 p.m. ET
Pittsburgh vs. Charleston, 7 p.m. ET
Austin vs. Sounders FC 2, 8:30 p.m. ET
NY Red Bulls II vs. Louisville City, 8:30 p.m. ET
Orange County vs. LA Galaxy II, 10 p.m. ET
Arizona United vs. Real Monarchs SLC, 10:30 p.m. ET
Sunday, September 6
Whitecaps FC 2 vs. Sacramento, 6 p.m. ET
Harrisburg vs. Saint Louis FC, 6:30 p.m. ET
Tulsa vs. OKC Energy FC, 8:30 p.m. ET


Klinsmann Names 23: No Lichaj, Lletget, or Finlay

Benny Feilhaber? Nope. Jermaine Jones, Matt Besler, and Bobby Wood will return for the U.S. national team match against Peru, but Klinsmann did not add key players who might fill positions of need.

F YOU THOUGHT Jurgen Klinsmann's abject failure in the 2015 Gold Cup would lead to meaningful personnel changes as the U.S. prepared for its massive CONCACAF showdown with Mexico on October 10, think again.

The coach did not call up Nottingham Forest fullback Eric Lichaj, Columbus Crew winger Ethan Finlay, or Los Angeles Galaxy spark plug Sebastian Lletget.

Instead, the German is doubling down on the same core that produced surprising friendly wins over the Netherlands and Germany but also finished a dismal fourth in the Gold Cup. Here is the squad.


Brad Guzan (Aston Villa), Tim Howard (Everton), William Yarbrough (Club Leon)


Ventura Alvarado (Club America), Matt Besler (Sporting Kansas City), John Brooks (Hertha Berlin), Geoff Cameron (Stoke City), Greg Garza (Atlas), Omar Gonzalez (LA Galaxy), Michael Orozco (Club Tijuana), Tim Ream (Fulham)


Alejandro Bedoya (Nantes), Joe Corona (Veracruz), Mix Diskerud (New York City FC), Jermaine Jones (New England Revolution), Alfredo Morales (FC Ingolstadt), Danny Williams (Reading), DeAndre Yedlin (Tottenham Hotspur)


Jozy Altidore (Toronto FC), Aron Johannsson (Werder Bremen), Bobby Wood (Union Berlin), Andrew Wooten (SV Sandhausen), Gyasi Zardes (LA Galaxy)

"The bigger picture is to get some answers for how we put things together for the Mexico game a month from now," Klinsmann said. "Obviously we want to continue to have a good flow of guys from the Gold Cup, but also to bring back guys who are in position to compete for a spot on the roster for Oct. 10. Our message to these guys is simple: prove a point that you want to be at the Rose Bowl."

Michael Bradley and Clint Dempsey will miss the Peru game but are slated to return for the match against Brazil.
Given the poor summer showings of John Brooks and Ventura Alvarado, it's somewhat surprising to see both players on the roster yet again. That said, Geoff Cameron and Matt Besler have returned to the team, which suggests that Klinsmann is at least considering other options over his preferred starting central defense pair.

The inclusion of Bobby Wood and Andrew Wooten will encourage U.S. supporters who are not convinced that Jozy Altidore is the answer at the tip of the spear. 


Resultado de imagem para flag italy  Resultado de imagem para LOGO CALCIO SERIE A

La Juventus può lottare per il titolo

La Juventus si rifiuta ancora una volta di compiere il grande passo e di puntare ad essere davvero grande anche in Europa, ma con quest'organico può tranquillamente lottare per lo scudetto. Qualora dovessero mancare i risultati, Allegri avrebbe poche scuse...

Finalmente è terminato il calciomercato estivo. I giochi sono ormai fatti e adesso ogni allenatore sa bene su chi potrà o non potrà contare per allestire una squadra vincente. Il discorso, ovviamente, vale anche per Massimiliano Allegri.
E' stato un mercato molto strano quello della Juventus e anche molto discutibile. Non mancano alcuni errori, a mio avviso gravi, come l'acquisto di uno Zaza spaesato e probabilmente poco utile alla causa, o come la spesa di 18 milioni per Mandzukic avendo già in squadra una prima punta come Llorente, soldi che potevano essere destinati altrove, in ruoli più importanti in cui la Juventus era scoperta, in particolare in regia e sulla trequarti. Infine, delledichiarazioni imprudenti e che precedono un comportamente poco corretto nei confronti dei tifosi. Sentir dire a Marotta durante l'estate, parlando di Gotze, "cerchiamo un profilo di questo tipo", o sentirgli dire a pochi giorni dalla chiusura del mercato "arriverà un profilo prestigioso", salvo poi presentarsi con Hernanes, non mi è sembrata una bella figura, senza considerare il modo in cui si è conclusa l'infinita telenovela Draxler.
Passiamo però al calcio giocato, quello che conta davvero. Grazie all'acquisto di Hernanes, Allegri si ritrova finalmente una squadra completa in tutti i reparti. La scelta del brasiliano è stata probabilmente influenzata dal fatto che Hernanes può ricoprire sia il ruolo di trequartista, sia il ruolo di regista. Non sappiamo se la rosa della Juventus avrà la qualità necessaria per puntare in alto anche in Champions League, ma, analizzando la rosa, ritengo che abbia tutte le potenzialità per lottare fino all'ultima giornata per lo scudetto. Ovviamente a patto che Allegri dimostri di essere un grande allenatore e riesca ad allestire il miglior modulo possibile per sfruttare le potenzialità dei calciatori a disposizione.
Tre le possibili soluzioni tattiche. Partiremo da quella che a mio avviso è la più valida, tenendo in considerazione anche la filosofia di Allegri. Stiamo parlando del 4-3-1-2. Una formazione che vedrebbeHernanes schierato dietro le due punte Dybala e Morata (la miglior coppia possibile..) o, in caso di assenza di Marchisio, davanti la difesa, lasciando la trequarti a Roberto Pereyra e ai suoi pericolosi inserimenti palla al piede.
La seconda opzione è il solito 3-5-2 di origine contiana. Ma a tal proposito è necessario fare un appunto. Come abbiamo visto in occasione della partita contro la Roma, un 3-5-2 con le corsie laterali affidate ad Evra e Lichtsteiner, si trasforma immancabilmente in un 5-3-2 nel caso in cui si incontri una squadra particolarmente offensiva e capace di creare gioco. Tuttavia, oggi Allegri ha a disposizione due calciatori capaci di costruire un 3-5-2 valido a tutti gli effetti. Un modulo che potrebbe somigliare maggiormente ad un3-3-4. Stiamo ovviamente parlando di Cuadrado ed Alex Sandro. Un miglioramento notevole, quello che anni fa avrebbe voluto proprio Antonio Conte. In questo caso, Hernanes avrebbe il ruolo di vice Marchisio.
Infine, non possiamo escludere la possibilità di un 4-3-3, grazie al possibili inserimento di Cuadrado e con l'aiuto di Hernanes pronto a sostituire eventuali indisponibili a centrocampo, a cominciare da Marchisio.
Insomma, come possiamo vedere le alternative non mancano e, nonostante l'ottimo mercato di alcune rivali per la corsa allo scudetto, ritengo che la Juventus abbia tutte le carte in regola a livello di organico per poter puntare a lottare per il titolo. Sta ad Allegri dimostrare la sua bravura e la sua abilità nel costruire un gruppo vincente nel minor tempo possibile. I mezzi per far bene ci sono, il tecnico toscano non avrebbe molte scuse qualora i risultati non dovessero arrivare.


Napoli, tra Soriano e Zuniga spunta El Kaddouri

Il mancato arrivo del mediano italo-tedesco apre degli scenari molto interessanti per il marocchino ex Torino, che potrebbe avere più spazio per mettere in mostra, finalmente anche in Campania, le sue doti.

Il calciomercato è terminato. Ieri sera, alle 23, tra delirio e paura a Milano, si è chiusa la sessione estiva delle trattative, tra sorrisi, ansie, sollievo ed una situazione tragi-comica che ha fatto sorridere l'Italia intera, meno le parti direttamente invischiate nella vicenda. Il mercato è strano, a volte da, in senso di innesti, a volte toglie, nell'accezione di un mancato acquisto che può far saltare piani, idee e contrattazioni che da tempo erano sul tavolo e che, vuoi per un motivo, vuoi per un altro, non si erano ancora definite. 
E' il caso del Napoli, assoluto protagonista delle ultime ore milanesi. Il sodalizio partenopeo ha trattato, in maniera estenuante a dir poco, l'acquisto di Roberto Soriano dalla Sampdoria. Una vicenda che meriterebbe il premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale per la maniera nella quale si è chiusa. Giuntoli ha cercato disperatamente di convincere il centrocampista italo-tedesco, che sarebbe andato a completare il reparto di Sarri come vice-Hamsik, ricevendo prima il secco no dal calciatore, che aspettava il Milan del suo Sinisa Mihajlovic, poi perdendosi in faccende burocratiche che non hanno permesso alle squadre di consegnare la documentazione valida entro il termine prestabilito. 
La faccenda Soriano assume risvolti clamorosi, che sfociano nel patetico se si pensa che a disposizione delle due squadre, e dell'entourage dello stesso calciatore in questione, c'erano a disposizione circa tre mesi per chiudere in anticipo l'affare e godersi in relativa tranquillità gli ultimi istanti di mercato. Tuttavia, non è stato così, rendendo quantomeno più divertente lo stillicidio vissuto nella serata di ieri. Legato alla conclusione della trattativa Soriano, c'era anche il passaggio di Juan Camilo Zuniga ai doriani, come parziale contropartita in un affare che avrebbe previsto anche un conguaglio di circa 14 milioni a favore dei liguri. 
Sebbene sia stato difficilissimo per i tifosi partenopei mandar giù il boccone amaro che nella poltiglia conteneva sia l'arrivo di un nuovo calciatore, ma soprattutto l'addio del terzino colombiano che da due anni a questa parte è uno dei misteri del calcio internazionale, c'è un aspetto che è passato inosservato ai più che potrebbe invece far assumere un risvolto del tutto positivo alla querelle a dir poco grottesca. Il mancato arrivo di Soriano libera, nelle gerarchie sarriane, il posto nelle rotazioni sia come mezzala sinistra che come trequartista, per intenderci colui che dovrebbe sostituire Hamsik nel terzetto di centrocampo ed Insigne un passo avanti. 
Si inserisce puntuale in tal senso la conferma di un giocatore che a Napoli non ha ancora lasciato il segno, ma che invece in quel di Torino, sponda granata, ha messo in mostra seppur a fasi molto alterne, come e più di quelle lunatiche, il suo notevole talento. Omar El Kaddouri è tornato alla base dopo due anni positivi al Toro di Ventura, che l'hanno forgiato e rinforzato, ed ora è pronto a reggere l'urto e la pressione della piazza napoletana. El Kaddouri può inserirsi, e lo ha dimostrato ampiamente nel pre-campionato, come alternativa a Lorenzo Insigne nel ruolo di 'dieci', mentre farebbe più fatica nel centrocampo a tre come mezzala sinistra, dove i maggiori compiti difensivi potrebbero penalizzarlo. Staremo a vedere se le avvisaglie estive (la doppietta contro il Latina in primis), verranno confermate dalla fiducia dell'ex tecnico dell'Empoli nei suoi confronti. 
El Kaddouri può riprendersi Napoli ed il Napoli. Il mercato toglie, il mercato da. 

Milan tried for Witsel - Galliani
Milan failed to reach an agreement with Zenit for Belgium international midfielder Axel Witsel.
Milan CEO Adriano Galliani said the club tried to sign Axel Witsel but they were unable to complete a transfer before the Serie A transfer window closed on Monday.
Sinisa Mihajlovic and Co. were determined to bolster their midfield, with Belgium international Witsel at the top of the list of potential recruits.
However, Witsel remained in Russia when the deadline passed, despite months of negotiations. 
"We tried to the end for Witsel, but we knew it would finish this way," Galliani told reporters.
While Milan failed to add to the signings of Carlos Bacca, Alessio Romagnoli, Luiz Adriano and Mario Balotelli, Alessandro Matri and Hachim Mastour were both loaned out to Lazio and Malaga respectively.